Oggi è ven dic 06, 2019 3:49

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun lug 31, 2006 16:31 
Non connesso
singolarita` (ha la risposta a tutto, l'universo non ha segreti)
Avatar utente

Iscritto il: mer nov 02, 2005 9:26
Messaggi: 32742
Località: Roma
Medals: 10
vampire1.0 (1) Fanta F1 Stagione 0 (1) Fantacalcio 05-06 girone Unico (1)
Schedina 2018 2019 R (4) 3° torneo Knuffel (2) TSR 2017 (1)
Eusébio Da Silva Ferreira (Lourenço Marques, Mozambico, 25 gennaio 1942), calciatore portoghese.

Ereditò la passione per il calcio dal padre, centravanti del "Ferroviario". Entrò giovanissimo nelle file dello Sporting Lourenco Marques dove lo notò, nell'estate del 1960, l'ex centrocampista della nazionale brasiliana Bauer, in tournée in Africa con il Botafogo. Di passaggio da Lisbona Bauer lo segnalò a Bela Guttman, allora allenatore del Benfica.

Benché il primo provino non avesse fornito indicazioni molto incoraggianti sulle qualità del ragazzino Eusébio fu comunque aggregato alla rosa della prima squadra.

Fu una decisione oltremodo saggia poiché l'ascesa del giovane mozambicano si rivelò rapidissima. Già poco tempo dopo (1962) era il centravanti titolare nella formazione che a Berna conquistò la seconda consecutiva Coppa dei Campioni. La partita fu entusiasmante e ricca di colpi di scena (5-3 il risultato conclusivo) e venne decisa proprio da una doppietta finale dell'emergente fuoriclasse.

Per le sue movenze, rapide e felpate come quelle di un felino, venne soprannominato la "Pantera nera", la risposta del calcio europeo al grande Pelè.

Divenne ben presto anche la colonna e il trascinatore della nazionale portoghese che condusse ad un insperato, e finora ineguagliato, terzo posto finale ai campionati mondiali del 1966, in Inghilterra. Della manifestazione fu anche il maggior cannoniere con 9 reti.

Il suo palmares riporta numeri impressionanti: 11 titoli nazionali, sette volte capocannoniere, due volte "Scarpa d'oro" (1968 e 1973), una volta "Pallone d'oro" (1965) oltre naturalmente alla Coppa dei Campioni del 1962.

Altrettanto sensazionali furono le sue medie-goal: con il Benfica realizzò 313 reti in 291 partite di campionato (1,19 goal a partita) e 57 in incontri internazionali; con la nazionale andò in goal 41 volte in 67 incontri disputati.

Nel 1975 si trasferì in America dove militò nei Boston Minuter, nei Toronto Blizzard, nei Las Vegas Quicksilver e poi nella formazione messicana del Monterey. Dopo un' ultima breve parentesi casalinga nel Beira Mar chiuse l'attività divenendo uomo-immagine del Benfica, ruolo che ricopre tuttora.

_________________
Mai vergognasse de esprime n'sentimento!
Scritto,sussurrato,un grido,na poesia...
Mai fa lo sbaglio de di "nun e' er momento!!!
Er tempo e'come er vento, arriva e poi va via..

"EU now has 1GB of free space"

STO BENE COSI' !!!!


Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010

Copyright © 2005 - 2019 Cubota.it v.2.0 - Powered by Cubetto & Yota