Oggi è gio ago 22, 2019 18:42

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven lug 21, 2006 14:06 
Non connesso
singolarita` (ha la risposta a tutto, l'universo non ha segreti)
Avatar utente

Iscritto il: mer nov 02, 2005 9:26
Messaggi: 32695
Località: Roma
Medals: 10
vampire1.0 (1) Fanta F1 Stagione 0 (1) Fantacalcio 05-06 girone Unico (1)
Schedina 2018 2019 R (4) 3° torneo Knuffel (2) TSR 2017 (1)
Dino Zoff (Mariano del Friuli, Gorizia, 28 febbraio 1942), calciatore e allenatore italiano. Nel ruolo di portiere, è stato considerato uno dei migliori in assoluto nel suo ruolo sia in Italia che nel mondo. Come allenatore, vanta al suo attivo diversi trofei.

Si affacciò nel calcio professionistico a 19 anni grazie all’Udinese, squadra nella quale esordì in serie A il 24 settembre 1961 (Fiorentina-Udinese 5-2) (esordione eh..) Estremo difensore di sicura affidabilità e freddezza, Zoff divenne titolare della squadra friulana nella successiva stagione in serie B; il Mantova riportò nel 1963 il portiere in serie A e lo tenne fino al 1967, anno del passaggio al Napoli e dell’arrivo in nazionale. Nella squadra azzurra si alternò spesso con Albertosi finché nel 1972 ne divenne il titolare indiscusso per ben 11 anni. Nello stesso anno Zoff fu ingaggiato dalla Juventus per difenderne la porta. Fino alla fine della stagione 1982/83 non avrebbe più saltato una partita di campionato e avrebbe arricchito la sua bacheca di successi.

Alla fine della sua carriera di calciatore, Dino Zoff entrò nei ranghi federali e gli venne affidata la conduzione della nazionale olimpica di calcio, che riuscì a portare a Seoul per i Giochi del 1988. L’avventura olimpica in Corea del Sud terminò con il quarto posto finale, a un passo dalla zona-medaglia.

Nel 1988 fu ingaggiato come tecnico della Juventus, con la quale rimase due stagioni. Prima di andare ad allenare la Lazio lasciò ai bianconeri la Coppa Italia e la Coppa Uefa del 1990.

Nel 1998, dopo il fallimento del mondiale di Francia 1998, Zoff fu chiamato a dirigere la nazionale maggiore, in vista del campionato europeo del 2000 in Belgio e Olanda. Il tecnico friulano portò la squadra in finale contro la Francia, che solo negli ultimi secondi di gioco riuscì a pareggiare una partita che stava perdendo nettamente, e che nei supplementari, con David Trézéguet vinse al Golden goal incontro e Coppa. Al termine della partita, Zoff subì molte critiche da parte del presidente del Milan e capo dell'opposizione di governo Silvio Berlusconi, che spinsero il tecnico a dimettersi per protesta.
Dopo un breve periodo in cui fu anche presidente della Lazio, ruolo che abbandonò per riprendere in mano la squadra dopo l’esonero dello svedese Sven Göran Eriksson, Zoff è stato recentemente richiamato in panchina, per guidare la Fiorentina nello scorcio finale del campionato di calcio 2004/2005.

_________________
Mai vergognasse de esprime n'sentimento!
Scritto,sussurrato,un grido,na poesia...
Mai fa lo sbaglio de di "nun e' er momento!!!
Er tempo e'come er vento, arriva e poi va via..

"EU now has 1GB of free space"

STO BENE COSI' !!!!


Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven lug 21, 2006 14:11 
Non connesso
anfibio preistorico (finalmente ha deciso di raggiungergi sulla terra ferma (forum))
RANDOM_AVATAR

Iscritto il: lun nov 07, 2005 14:47
Messaggi: 839
Località: Ciampino
yota ha scritto:
Dino Zoff (Mariano del Friuli, Gorizia, 28 febbraio 1942), calciatore e allenatore italiano. Nel ruolo di portiere, è stato considerato uno dei migliori in assoluto nel suo ruolo sia in Italia che nel mondo. Come allenatore, vanta al suo attivo diversi trofei.

Si affacciò nel calcio professionistico a 19 anni grazie all’Udinese, squadra nella quale esordì in serie A il 24 settembre 1961 (Fiorentina-Udinese 5-2) (esordione eh..) Estremo difensore di sicura affidabilità e freddezza, Zoff divenne titolare della squadra friulana nella successiva stagione in serie B; il Mantova riportò nel 1963 il portiere in serie A e lo tenne fino al 1967, anno del passaggio al Napoli e dell’arrivo in nazionale. Nella squadra azzurra si alternò spesso con Albertosi finché nel 1972 ne divenne il titolare indiscusso per ben 11 anni. Nello stesso anno Zoff fu ingaggiato dalla Juventus per difenderne la porta. Fino alla fine della stagione 1982/83 non avrebbe più saltato una partita di campionato e avrebbe arricchito la sua bacheca di successi.

Alla fine della sua carriera di calciatore, Dino Zoff entrò nei ranghi federali e gli venne affidata la conduzione della nazionale olimpica di calcio, che riuscì a portare a Seoul per i Giochi del 1988. L’avventura olimpica in Corea del Sud terminò con il quarto posto finale, a un passo dalla zona-medaglia.

Nel 1988 fu ingaggiato come tecnico della Juventus, con la quale rimase due stagioni. Prima di andare ad allenare la Lazio lasciò ai bianconeri la Coppa Italia e la Coppa Uefa del 1990.

Nel 1998, dopo il fallimento del mondiale di Francia 1998, Zoff fu chiamato a dirigere la nazionale maggiore, in vista del campionato europeo del 2000 in Belgio e Olanda. Il tecnico friulano portò la squadra in finale contro la Francia, che solo negli ultimi secondi di gioco riuscì a pareggiare una partita che stava perdendo nettamente, e che nei supplementari, con David Trézéguet vinse al Golden goal incontro e Coppa. Al termine della partita, Zoff subì molte critiche da parte del presidente del Milan e capo dell'opposizione di governo Silvio Berlusconi, che spinsero il tecnico a dimettersi per protesta.
Dopo un breve periodo in cui fu anche presidente della Lazio, ruolo che abbandonò per riprendere in mano la squadra dopo l’esonero dello svedese Sven Göran Eriksson, Zoff è stato recentemente richiamato in panchina, per guidare la Fiorentina nello scorcio finale del campionato di calcio 2004/2005.

Dino Dino che stai a fà??
Dino Dino resta quaaa...
Dino Dino nun te ne andà....
Dino Vattene.............


Ripensando a questo coro della Nord, mi viene troppo da ridere. Comunque noi laziali lo ricordiamo come allenatore non proprio come il massimo(miriade di pareggi e partite brutte, anche se nell'ultima stagione da allenatore ci ha portato ad un terzo posto). Come Presidente è stato un vanto per me e per tanti, un uomo di immagine cristallina e un esempio per lo Sport. Curiosità : con lui in panchina, in dodici derby disputati, mai una sconfitta.
Grande Dino!


Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010

Copyright © 2005 - 2019 Cubota.it v.2.0 - Powered by Cubetto & Yota