Crea anche tu un blog su Cubota.it | HOME
Itaca
Itaca
Storia di un viaggio
Domenica, 23 Novembre 2008

E' finita!!!

Questa immagine quotidiana mi mancherà tantissimo, anche se sono stati mesi molto faticosi.

abbiam finito oltre 800 in classifica popolazione, e eravamo stati ventesimi. Ci siam classificati 18° in classifica difese senza avere un Nataren, e circa 100° in attacco con il server che è finito 12 ore prima del nostro schianto. L'eroe era alle stelle, quasi completo. Non abbiam vinto, ma ce la siamo giocata, il nostro account non si è mai fermato: Io, Martin, Dany, e infine anche Fenrir, con tutta RFCK alle spalle. Una grande ally, e soprattutto delle grandi persone. Il mio abbraccio a Zorrogarcia, Dodo80, Sheleya, Moniacale, Lady Maya, Tomir II, Ladees, Davide. Ed ora... disintossicazione!!

E la barca a vela? Uhm, un momentaccio: ho "deciso" che ho paura. Comunque sono uscita a luglio con il Baba Yaga ed a settembre con il Baci e Abbracci (Elba). Purtroppo le ombre che mi hanno assalita mi hanno impedito di andare in catamarano a novembre, causa maltempo. Ci lavorerò su...

 ____________________________________________________________

Ho deciso di ricopiare un vecchio post in Cubota: mi piaceva...

Riguarda i paesi visitati...

Aletta da piccola
Alettina737 volava da sola col biglietto aereo al collo, in una busta trasparente che conteneva anche la carta d'identità, affidata all'hostess. Un modo perfetto per visitare ogni volta la cabina di pilotaggio
Quindi tra i 6/7 anni (1° volo da sola...) ed i 12 sono andata 2 volte 1 mese in Germania, 2 volte 1 mese in Inghilterra, 3 volte in Svizzera Francese. Questi paesi, visti da bimba, erano belli: della 1° vacanza (Inghilterra) ricordo una Stonehenge (?) meravigliosa, dei sassi in mezzo al prato verde, quasi senza turisti, su cui ci si poteva arrampicare, ed una settimana in campeggio con la tenda piantata in una fattoria, un recinto con cavalli, vacche e pecore che praticamente ci venivano a svegliare tutte le mattine. In Inghilterra son stata poi intorno ai 12 anni (l'ultimo dei viaggi da bimba... infatti mi innamorai per la prima volta... di Pierre... un FRANCESE!), da un colonnello a riposo che teneva una 15ina di giovincelli nella sua grande casa cadente e piena di ragni ed altri insetti. Andavamo a cavallo due ore al giorno e, essendo l'anno della siccità, non potevamo fare più di un bagno al giorno tra tutti, ovvero un bagno ogni 15 giorni a testa. Stavamo tra Folkstone e Cambridge, campagna magnifica, e quando prendevamo l'autobus tutti assieme il lunedì per andare in città intorno a noi si creava il vuoto. Ricordo le merende fantastiche: un'enorme tavolo pieno di dolci, pane imburrato e barattoli di marmellata, ovviamente col the, ed alle cinque. In Inghilterra son stata anche una terza volta, dopo la maturità, sempre 1 mese, sempre campagna, sempre cavalli: pulivo i box ed in cambio montavo a cavallo gratis (Aletta puzza, puzza, puzza, puzza!). Mi ricordo che stavo da gente con pochi soldi e che ho mangiato carne solo una volta o due.

Svizzera francese. Andavo sempre in un kinderheim "Au Chat Bottée" (al gatto con gli stivali). Fantastico. Svizzera meravigliosa, montagne infinite, gite tutti i giorni (estate), anche di più giorni, con costruzione di capanna nel bosco in cui dormire, e notti intorno al fuoco. Merende pane e cioccolata. Le mucche. La svizzera è bella e pulita. Sono stata anche, da più grande, a Crans-Montana: impianti davanti casa, con 2 funivie si arrivava a 3000 metri e si tornava a casa con gli sci, che si toglievano davanti alla porta: WOW!

Germania. Due volte un mese a casa di una famiglia. Non ricordo molto. Ma la Germania la conosco bene, causa lavoro di mia madre ci si andava almeno una volta al mese, in auto, ovunque. A 15 anni conoscevo ogni autostrada, ed il nome di ogni autogrill, incluso se era anche albergo o solo ristorante. La Germania è molto bella, anche lì le campagne sono molto belle (quando ci si allontana da città è autostrade folli... quest'anno il tassista mi ha portata in albergo a 190 all'ora...). Lo avrete capito: a me basta vedere prati verdi e cavalli al pascolo, e lì ci sono...

Aletta da grande
Comincio a viaggiare per studio/lavoro (mai per vacanza...)
Svezia
Quattro anni, a singhiozzo, tra una borsa di studi e l'altra, quindi posso dire di conoscere molto bene la Svezia e gli svedesi. Penso che ogni italiano dovrebbe viverci almeno per sei mesi, per imparare cosa sia il senso civico, l'organizzazione, la pulizia. Stoccolma è bellissima, con il suoi laghi, il suo arcipelago nel mare, il suo centro storico, i mille locali, la cucina etnica ovunque e di qualunque tipo. Uppsala merita una visita: la cattedrale più grande di Svezia, il castello, il Carolina Rediviva, il Gustavianum, il giardino di Linneo, e le strade da me calpestate per anni. Conosco anche la zona boscosa un po' più a nord, ma mi manca tutto il sud e il vero nord, che devono essere bellissimi. In Svezia ho incontrato il mondo: in università eravamo circa 40 studenti post-laurea dai 5 continenti, abitavo vicino al quartiere degli immigrati iraniani, turchi e libanesi, con cui andavo in palestra. Ho imparato lo svedese da un iraniano della palestra che non parlava inglese, ed i miei migliori amici in quegli anni erano un cileno, un keniano, un kossovaro ed una svedese. Quindi per me la Svezia è un miscuglio di genti interessantissime ed allo stesso tempo un popolo un po' diffidente, ma che quando alla fine ti accetta fa di te una sorella. Mi manca, la mia Svezia.

Parigi
Ho già detto: magica. Aggiungo i musei, il quartiere ebraico e il miscuglio di antico e moderno. E poi la Francia è così bella... la costa sud, l'oceano, le campagne così vive…

Australia/Nuova Zelanda
Sydney mi ha rubato il cuore. Ecco una città dove vorrei vivere. Anche qui c'è il contrasto tra i vecchi palazzi e quelli ultramoderni, ma è come è strutturata, tutta dispersa, con costruzioni basse, su un'area vastissima e verde, affacciata sul mare, con i battelli al posto degli autobus. L'Opera house, il giardino botanico, lo zoo... è fantastica. Canberra (la capitale) è meno bella (è una città dove va solo la gente a lavorare), ma sempre verde e piena di cigni neri, che non sono male!
La Nuova Zelanda è ancora più verde piena di pecore, bovini e cervi. La costa è piena di foche. Il mare è perennemente incazzato e lo stretto di Cook ancora di più (attraversato per andare dall'isola sud a quella nord e viceversa). Ostriche favolose. Vorrei tornarci con calma, non fosse che 36 ora di volo filate come al ritorno non le farò mai più (cristchurch-melbourne-sydney-kuala lampur-londra-stoccolma...). All'andata ci eravamo fermati 1 gg a Singapore, e concordo con quanto detto da Lorelfo. Aggiungo: andate a vedere il Raffles hotel di Singapore, coloniale, merita.

Cile/Uruguay
Prima son stata 4 gg a Montevideo. Mi è calata una tristezza infinita addosso (ho anche pianto). Una specie di Italia del dopoguerra, triste e povera, con il mare tendente al marrone per via del rio della plata (o come si chiama). Mi son rimaste impresse le bidonville di là dal fiume, sul cerro, ed i carretti trainati dai cavalli che la notte scendevano da là per raccogliere la spazzatura, con cui vivevano le persone che ci abitavano.
Santiago è diversa, con la sua enormità, la sua folla, il suo filo spinato, le sue telecamere nel centro, i centri commerciali magnifici, la povertà poco più in là (ma meno che a Montevideo). A me è piaciuta, come pure mi è piaciuto quel poco di Ande che ho potuto vedere. Ho conosciuto negli anni svedesi tanti cileni e quindi sono ovviamente curiosa nei confronti di questo paese, tanto vicino a noi per radici e cultura. Un paese dove quindi starei volentieri qualche mese, percorrendolo tutto da nord a sud, il deserto, le Ande, i vulcani, i vigneti, il mare, la Patagonia: chi viene con me? Ah, il cibo: Montevideo è Little Italy, in entrambi i paesi le grigliate di carne sono fantastiche...

Colorado
Anche qui, una settimana di lavoro, 1 giorno di "vacanza". Boh, è l'unico pezzo d'America che ho visto, provincia profonda, una cittadina universitaria... non che mi abbia colpito molto. Ma c'erano un sacco di cavalli, son stata portata anche ad un rodeo. Il giorno di vacanza: parco delle Rocky Mountains, questo vale la pena!!

Varsavia
Bella e triste, ho quasi pianto anche qui... ho fatto il giro del ghetto, della stazioncina da dove partivano i deportati, ho visto le foto di come era stata distrutta la città durante la guerra. Una pena. Ma si mangia bene (le zuppe, la carne) e si spendono due lire.

Oslo
Purtroppo è tutto ciò che ho visto della Norvegia. A me è piaciuta tanto. Ci sono stata credo 3 volte. Ricordo vassoi di splendidi gamberetti ed una specie di cassueola invernale spettacolare (a skì, robba da milanesi, con zampe di porco e cotenna...). Semmai una volta si parte tutti assieme, visto che in tanti ci vogliono andare, ma è carissima!

Finlandia
Helsinki: 5 volte, ormai so dove si trova parcheggio e dove no, e non è che ci abbia lasciato il cuore, anzi. La Finlandia è: laghetto, pinetti, betulle, laghetto, pinetto, pinetto, betulla, laghetto, pinetto, casina di legno, laghetto, pinetto.... zzzzz

Cosa mi son dimenticata? beh, che ne so, Valencia 2 giorni (+), Amsterdam 1 giorno (+++), Danimarca 2 giorni (+++), Tossa de mar 1 giorno (++), Carcassonne 1 giorno (+++), Avignone 1 giorno (++/+++), non è che si veda molto, così.

Budapest
Bellissima: i palazzi sulle colline e lungo il fiume, i ponti, il centro, le statue equestri. Devo dire che è una delle città europee più belle che abbia visto.

Aletta737 ha pasticciato qui alle 20:45 - Link - commenti (5)
016533 amichetti mi hanno visitato