Crea anche tu un blog su Cubota.it | HOME
Disfacimento delle squame
Disfacimento delle squame
Increspature tonde ruzzolano presso i cipressi. Annacquando un pesce forse si può, o forse no, ma la maglietta resta ristretta alle sue possibilità subliminali. Per questo accetto senza rimostranze un ciao d'assenza alla mia utilità sociale.
Venerdì, 11 Novembre 2011

Roboante fine dalla finestra.

Spiraglio che sbaglio perchè non voglio: puzza d'aglio.

A dispetto rispondo con pari moneta, ma vale metà del tempo speso e mi rimetto alla corte europea a tirar giscché...

sono disperato.

Come stato,  e difatto, difetto, ma non smetto, mi getto dal parapetto e mi salvo suicidato.

Però ora l'asfalto andrà lavato.

Quel sangue non è mio!

Io sono pulito, dentro, e non esco mai, e se anche lo facessi non sarei rosso.

Quindi non posso.

Il mio compito è stivato, stipato.

Lo stato era costipato e si è devoluto: così ha voluto.

La correzione è ad un tempo lontano lontano.

notini ha pasticciato qui alle 13:58 - Link - commenti
Martedì, 23 Marzo 2010
Sono un essere quantistico: devo pensare a ciò che sto pensando per sapere quello che sto pensando.
notini ha pasticciato qui alle 17:10 - Link - commenti
Domenica, 07 Marzo 2010
Disamino disanime: sfoglio il nulla e lo esamino esanime.
notini ha pasticciato qui alle 19:28 - Link - commenti
Sabato, 14 Novembre 2009

Se fosse unn "ma" forse avrei più scelta, però invece credo, e quindi posso solo vedere, al di là del giusto, che ho sbagliato nel non lottare comunque di fronte ad ogni evenienza, preparato a qualsiasi evidenza, spoglio e di certezze senza.

Lacuna mia, lo ammento, anche se non vorrei che entrasse, pungente, ad indicarmi il peso degli errori, la cruna.

Del lago, del resto, resta un occhiello ma non il fiore, che è solo l'immagine venduta per coprire qualcosa che manca.

C'è sempre qualcosa di pronto, ma non sono io, e certamente avanzerò incerto o per nulla che tanto nulla vale da azzerare ogni metro.

Fermo e inquieto.

notini ha pasticciato qui alle 12:01 - Link - commenti
Lunedì, 07 Settembre 2009
Scatola cranica a sorpresa, si apre su nuove prospettive cavaliere, errante non perché giri, ma del fatto certo che al femminile non esiste. Più e meno un peccato.
notini ha pasticciato qui alle 21:47 - Link - commenti
Giovedì, 05 Marzo 2009

Servirà poi un mezzo al nulla?

Sembra schiavo schivo, incapace di esprimersi in un compito di dialogo, e lo è per invariato intero.

Variegato come un latte solcato d'amarena, acido, dolce o intollerante... scaduto per il solo fatto d'aver scadenza.

Incide come una lama che passeggia tra i solchi della terra, incuriosisce l'occhio distratto e ne cattura l'attenzione, ma di una qualità effimera che spazza su tutti gli argomenti, li mischia, agita bene, e poi si gloria di non aver dato peso al cuneo fiscale.

Torna tutto da un riciclato oblio, e ogni cosa, per procedere, necessita di tornare indietro.

E il sapere dove si andrà a parare è tutto un calciomercato.

In questa frenesia mi sento bloggato.

notini ha pasticciato qui alle 19:37 - Link - commenti
Venerdì, 31 Ottobre 2008
Insincera trasparenza, a tutti voi curiosi e sciocchi: velo poso innanzi gli occhi.
notini ha pasticciato qui alle 14:01 - Link - commenti

Oggi non giro: Ghiro.

Sarà forse l'uggioso tempo che si respira e spira freddo in un vortice solenoide irrealizzabile.

Ecco lo scritto.

Ecco l'ho scritto.

eccolo Ho scritto.

Uno scritto misto indigesto e un millimetro che resta misura invalicabile e diviene confine infinito.

Posso assentarmi fino a natale?

Vale lo stesso se non sono me stesso?

Me lo chiedo spesso e mi sento in rima con l'effetto che difetta di finale, ligure s'intende.

Sognando un biglietto d'anguria per la prossima estate m'angustio di gusto.

notini ha pasticciato qui alle 13:47 - Link - commenti
Giovedì, 25 Settembre 2008
Estrapolo significati da incongruenze, e mi diverto pure.
notini ha pasticciato qui alle 22:57 - Link - commenti

Cera qualcosa che avrei voluto tanto dirvi... ma si è sciolta nella memoria.

Colpa di questa fiamma che arde, sempre più in basso, senza un soffio di alito caldo che venga a dare il via alla torta.

Peccato per il compleanno, ce ne saranno altri, malgrado il tempo avanzi solo per la parte sbagliata.

Disgusto per la parte avanzata mi cola sulla glassa con un'idea di colore, sbagliato.

Poco commestibile, eppure si manda giù davvero tutto.

C'è una tale confusione che a volte sbaglio, mi soffio il naso, ed è tutto passato.

Ma nel fazzoletto qualcosa rimane... si potrà riaccendere?

notini ha pasticciato qui alle 22:50 - Link - commenti
003976 amichetti mi hanno visitato