Crea anche tu un blog su Cubota.it | HOME
Note a margine
Note a margine
pensieri di Calvin
Giovedì, 19 Giugno 2008

La parte sbagliata

 Com'è che alla fine mi trovo sempre a scegliere la "parte sbagliata"?

Quella che non sceglie nessuno e che tutti guardano con sospetto.

Fin da bambino è stato così. In aule in cui i bambini tifavano fieri Cagliari (la mia città n.d.r.), Milan, Inter e Juve io professavo il mio credo viola. Cosa non facile visto che non è che la Fiorentina brillasse particolarmente negli anni delle mie scuole elementari e medie.

E così è stato anche con la religione. Già dal ginnasio avverso ai dogmi e ai misteri della fede mi scontravo contro compagni che, un pò acriticamente e ottusamente, si professavano cattolici per abitudine e per storia familiare.

E con la politica pure! Al liceo chi faceva politica era impegnato a sinistra. Gli altri, la grande massa, sceglievano il disimpegno... unico pensiero la discoteca in cui andare o il capo griffato da acquistare. Io con uno sparuto drappello d'amici invece eravamo i neri, i fascisti della scuola. Che poi... il buffo era che tra i fascisti ero considerato un moderato (già provavo a far discorsi da destra liberale); tra gli altri  studenti invece un fascista.

Sempre in minoranza... anche dentro le minoranze.

E oggi? oggi ancora e orgogliosamente dalla "parte sbagliata". In un paese cattolico e illiberale mi professo, insieme a pochi, laico e liberale.

Continuando a combattere battaglie che si sanno perse in partenza...

ma in fondo cosa consigliava Montanelli ai giovani:

"Combattete per quello in cui credete. Perderete, come le ho perse io, tutte le battaglie. Ma solo una potrete vincerne. Quella che s'ingaggia ogni mattina, davanti allo specchio"

Calvin ha pasticciato qui alle 09:46 - Link - commenti (1)
003699 amichetti mi hanno visitato