Crea anche tu un blog su Cubota.it | HOME
Messaggi e pensieri
Messaggi e pensieri
Non mi rompete se scrivo poco.
Martedì, 29 Mag 2007

Ciao Giancà,
te ne sei annato pure te.
Ancora me ricordo quanto te piaceva de ballà, de sta in compagnia.

Ste cazzo de sigarette t'hanno ammazzato,
oppure è la paura de morì che t'ha fregato.

Adesso che stai all'alberi pizzuti,
dacce 'no sguardo qua su sta tera,
mettice 'na bbona parola cor Signore,
dije che nun sen cazzasse troppo, ne mo, ne dopo,
che già ce tocca de tribbolà qua sotto,
nun ce se mettesse pure lui.

Oggi era pieno de gente che piagneva,
la chiesa pareva che scoppiava,
stavamo tutti a ricordatte, pe datte l'urtimo saluto.

Poi t'hanno chiuso dentro coi mattoni,
e lì avemo realizzato pe' ddavero,
che nun saresti più tornato 'ndietro.

Ciao, Giancà,

spero che te trovi bene,
fammè fa 'n sogno e dimme come stai,
raccontace quarcosa de sto posto,
che te magni, che te bevi, si se tromba,
basta che sapemo che ce sta.

Si perchè se poi nun ce sta 'n cazzo,
sta vita è proprio na grande fregatura,
hai combattuto sempre a fatte er mazzo,
speriamo che adesso te la godi.

Dimme 'n po', la poi vedè la Roma?
A me, lo sai, nun me ne frega un cazzo,
però te ce tenevi a sti colori.

A Giancà, adesso me te tocca salutà,
devo annà a dormì, che la giornata è stata lunga.
Se ce voi venì a trovà,
noi stamo qua, nun se movemo.
Addio Giancà.

 


 

Hacknight ha pasticciato qui alle 02:09 - Link - commenti
Martedì, 17 Aprile 2007

Circa un anno fa, ho rotto il motorino di avviamento della mia Tempra. Ha fatto corto qualcosa e si è bruciato.

E' colpa mia: la macchina perdeva gasolio da un ignettore che sta proprio sopra il motorino. Sentivo puzza di gasolio, l'ho trascurata, e per quando l'ho fatta riparare era troppo tardi.

Non c'è voluto molto a capire cosa era successo: era talmente chiaro, li, davanti ai nostri occhi, che persino io l'ho capito subito. Eppure avreste mai detto che un difetto ad un igniettore può bruciare il vostro motorino di avviamento?

La stessa cosa succede al nostro corpo, solo che lì è molto più difficile andare ad indagare.
I motivi di questa difficoltà sono molti:

La medicina vecchia maniera è ancorata sulle proprie posizioni, con un atteggiamento classista e conservatore.

Si tende a considerare la visione d'insieme come una pseudoscienza, mentre si considera la medicina come una scienza, quando in realtà si tratta di un arte.
La vera scienza riproducibile sperimentalmente è la biologia; la medicina è nelle mani di chi la applica sia per la diagnosi, che per la cura.
Anzi, per la cura aggiungerei che è nelle mani del paziente stesso, in buona misura.
Ma come, direte voi: una tac è una tac! un ecografia è un ecografia! E invece no, la tecnologia ci può venire in aiuto ma la differenza la fa ancora l'uomo.

Devo ammettere che sono stati fatti grossi passi avanti dal punto di vista dell'apertura mentale a questo diverso modo di vedere il nostro organismo.
La scienza stessa ci viene in aiuto con la teoria dei sistemi, la psicocibernetica, aiutata dalla medicina orientale che oramai ha fatto breccia anche nelle strutture pubbliche (agopuntura ma non solo).

Se non ci fosse questo modo molto italiano di proteggere i mestieri con specializzazioni assurde, direi che si potrebbe procedere nell'interesse della salute di tutti in maniera molto più spedita.

Ma purtroppo in questo paese se hai un cazzo di dolore alla spalla,

Ma non voglio tirarla troppo per le lunghe, per ora finiamo qui, ma riprenderò prossimamente il discorso.
Hacknight ha pasticciato qui alle 00:58 - Link - commenti
002190 amichetti mi hanno visitato