Crea anche tu un blog su Cubota.it | HOME
Una Milanese a Roma!&
Una Milanese a Roma!&
...o mia bella madunina.......
Giovedì, 10 Mag 2007

Ecco un racconto tristissimo e splendido..... che possa aiutare a risvegliare le coscienze...

Quando ero una cucciola, ti ho divertito con le mie buffonate e ti ho fatto ridere. Mi chiamavi la tua bambina e nonostante un certo numero di scarpe rosicchiate ed un paio di guanciali squartati e sparpagliati ovunque, sono diventata la tua migliore amica. Ogni qualvolta facevo la "discola" mi agitavi il dito davanti al naso e mi chiedevi "Come hai potuto?", ma poi cedevi e mi rotolavi sulla pancia per una grattatina. La mia educazione casalinga fu un po' piu' lunga di quel che pensavi, perché eri molto indaffarato, ma ci abbiamo lavorato insieme. Ricordo le notti in cui mi ranicchiavo vicino a te nel letto ed ascoltavo le tue confidenze ed i tuoi sogni segreti e credevo che la vita non sarebbe potuta essere più perfetta. Andavamo a fare lunghe camminate e corse nel parco, giri in macchina, fermate per il gelato (per me solo il cono perchè "il gelato fa male ai cani", dicevi), ed io mi facevo lunghi pisolini al sole, aspettando che tornassi a casa alla fine della giornata. Impercettibilmente, hai iniziato a trascorrere più tempo al lavoro, a pensare alla tua carriera ed a dedicare più tempo alla ricerca di una compagna umana. Ti ho aspettato con pazienza, consolandoti comunque nei dolori e nelle delusioni, non ti ho mai rimproverato per le decisioni sbagliate e ho salutato con gioia ogni tuo ritorno a casa, anche quando ti sei innamorato. Lei, che ora è tua moglie, non è "persona da cani", ma le ho dato comunque il benvenuto nella nostra famiglia, provando a dimostrarle affetto e obbedendole... Ero felice, perchè tu eri felice.

Quando sono arrivati i bambini, ho condiviso la vostra agitazione. Sono stata affascinata dal loro aspetto roseo, dal loro odore e avrei voluto far loro da madre. Solo voi due potevate temere che potessi far loro del male, ma ho passato la maggior parte del tempo in un'altra stanza, o in gabbia. Oh, come avrei voluto amarli, ma sono divenuta una "prigioniera dell'amore".
Quando hanno iniziato a crescere, sono diventata la loro amica. Si aggrappavano al mio pelo e si trascinavano sulle loro tremolanti gambette, mi cacciavano le dita negli occhi, esploravano le mie orecchie e mi baciavano sul naso. Di loro, adoravo tutto e le loro carezze - perchè le tue carezze erano ormai diventate così rare - ed io li avrei difesi fino alla morte, se fosse stato necessario. Avrei voluto sgusciare dentro i loro letti ed ascoltare le loro ansie ed i loro sogni segreti, ed insieme avremmo aspettato di sentire arrivare il rumore della tua auto.

C'era un tempo in cui, quando qualcuno ti chiedeva se avessi un cane, tu tiravi fuori la mia foto dal portafoglio e iniziavi a raccontare di me. In questi ultimi anni, hai risposto solo "si" e hai cambiato discorso. Sono passata dall'essere il "tuo cane" a "solo un cane", e tu a lamentarti per ogni spesa affrontata per me. Ora, hai l'opportunità di fare una nuova carriera in un'altra città, e tu e loro vi trasferirete in un appartamento dove gli animali non sono ammessi. Tu hai preso la giusta decisione per la tua" famiglia", ma c'era un tempo in cui ero io la tua sola famiglia.
Ero eccitata all'idea del viaggio in auto, fino a quando siamo arrivati al rifugio per animali. Odorava di cani e di gatti, di paura, di disperazione. Hai compilato le carte e hai detto "So che troverete una buona casa per lei". Loro hanno fatto spallucce e ti hanno guardato con sguardo afflitto. Conoscono la realtà che riguarda un cane di mezza età, sia pure con le "carte". Hai dovuto staccare le dita di tuo figlio dal mio collare mentre lui gridava "No, babbo! Per favore, non lasciare che prendano il mio cane!" Ed ero preoccupata per lui e di che lezione le stavi giusto impartendo su amicizia e lealtà, su amore e responsabilità, e sul rispetto per ogni vita. Mi hai dato una pacca di addio sulla testa, evitando i miei occhi, e ti sei cortesemente rifiutato di portare con te il mio collare ed il mio guinzaglio. Avevi una scadenza da rispettare, ed ora anch'io ne ho una che mi attende.

Dopo la tua partenza, le due gentili signore dissero che certamente tu lo sapevi da mesi di questo trasloco e ciò nonostante non hai fatto alcun tentativo di trovarmi una buona casa. Scossero la testa e mi chiesero "Come hai potuto?". Qui al canile, con noi sono premurosi, tanto quanto lo permettono i loro impegni. Naturalmente, ci danno da mangiare, ma io già da giorni ho perso l'appetito. All'inizio, ogniqualvolta qualcuno passava davanti al mio recinto, correvo al cancello, sperando che fossi tu, - che avessi cambiato idea - che questo fosse tutto un brutto sogno...o almeno speravo che fosse qualcuno che si interessasse a me, qualcuno che avrebbe potuto salvarmi.

Quando capii che non avrei potuto competere con lo zampettare di un cucciolo allegro, inconscio del suo destino, mi ritirai nell'angolo più lontano ed aspettai. Sentii i suoi passi che venivano per me alla fine della giornata, e la seguii silenziosamente lungo il corridoio, fino ad una stanza isolata. Una stanza magnificamente tranquilla. Lei mi piazzò sul tavolo e mi strofinò le orecchie e mi disse di non preoccuparmi. Il mio cuore martellava nell' attesa di ciò che stava per succedere, ma c'era anche un senso di sollievo. La prigioniera dell'amore ha esaurito i suoi giorni. Come è mia natura, era più preoccupata per lei. Il fardello che sopporta la opprime profondamente, e lo so, così come conoscevo ogni tuo umore.
Gentilmente mi ha messo un laccio emostatico su una delle mie zampe anteriori, mentre una lacrima le scendeva lungo una guancia. Le leccai la mano così come facevo con te per consolarti tanti anni fa. Senza farmi male mi infilò l'ago ipodermico in vena. Come sentii la puntura ed il freddo liquido scorrere nel mio corpo, mi lascia andare sonnolenta, la guardai nei suoi occhi buoni e mormorai "Come hai potuto".

Forse perchè non capì bene il mio linguaggio canino, mi rispose "Sono così dispiaciuta". Mi abbracciò ed in fretta mi spiegò che era il suo lavoro essere sicura che io andassi in un posto migliore, dove non sarei stata ignorata, o maltrattata o abbandonata, o dove non avrei dovuto arrangiarmi da sola - un posto di amore e di luce, così diverso da questo luogo terreno. E con le mie ultime energie, cercai di spiegarle con un colpo di coda che il mio "Come hai potuto?" non era rivolto a lei. Era per te, Mio Amato Padrone, era a te che stavo pensando...Penserò sempre a te e ti aspetterò per sempre. Che tutti , nella tua vita, possano continuare a mostrarti così tanta lealtà.

Fine

By Jim Willis 2001 traduzione di Patrizia Fiorenzato

trinity ha pasticciato qui alle 20:55 - Link - commenti
Giovedì, 25 Gennaio 2007
E' da lunedì che volevo scrivere ma il tempo questa settimana è estramente tiranno in ufficio!!! Il capo settimana prossima va alle Maldive in vacanza per 8/9 giorni (...cì sua!!!) quindi il lavoro è doppio perchè ci dobbiamo portare avanti, doh!!!

Domenica è successa una cosa molto bella, ho parlato con mia sorella e dopo aver strillato, pianto e singhiozzato, ci siamo chiarite ed ora abbiamo ritrovato la nostra amicizia. Sono felicissima, finalmente si è aperta e ha deciso che è giunto il momento farsi aiutare smile, ovviamente si appoggia al suo terapista (che è anche il mio ex terapista) per il percorso che dovrà affrontare, però ora se vuole, può appoggiarsi a me ed io sarò pronta a sostenerla come fece lei con me nel momento in cui ne ebbi bisogno qualche anno fa.

E' tanto importante per me questa cosa, mi sono sentita in parte ferita ed in parte tradita dal suo comportamento anche se ho cercato di capire perchè lei si comportasse così ed alla fine l'ho capito. Non è questione di perdono perchè tra sorelle non c'è alcun bisogno perdonare ma solo di comprendere. Quello che ha fatto lei non è stato un errore, tanto meno da perdonare; è stato solo un periodo della sua vita nella quale ha avuto bisogno di fare determinati passi, quindi, non può essere un errore!!

Finalmente il cuore si è alleggerito anche se rimane la preoccupazione per il mio ex cognato. Sta male ma ahimè, quando un rapporto si strappa in questo modo, è un rapporto finito in tutto e per tutto. E' irrecuperabile.

Vabbè oh, le fregherò il Folletto nuovo nuovo e la lampada che ha in salotto che è uno spettacolo del Design!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ora vado a cucinare altrimenti Dario mi picchia!!!!! (ahahahahahahahhahahah)
trinity ha pasticciato qui alle 20:22 - Link - commenti
Venerdì, 12 Gennaio 2007

Oggi mi sento come uno straccio.

Mia sorella che sta sempre peggio e che rifiuta ogni qualsivoglia aiuto oltre a rinnegarmi.

Persone che credevi "amici" che poi si rivelano bastarde ed il solo motivo è che ormai hanno il gruppetto che gli regge il giochetto.

Il mio migliore amico che parte per lavoro iniziando "il suo grande viaggio della vita" .... e mi mancherà un casino!

 

Mi scoppia la testa, non so più che fare, mia sorella sta male e non vuole aiuto. Si è imbrogliata in un casino molto più grande di lei.... e ora, chi ne soffre oltre a lei, sono i miei genitori. La mia mamma e il mio papà, che da quando sono andata via da casa si sono avvicinati al cuore come mai prima. E tutto questo per cosa?? Solo perchè non si è capaci di esprimere i propri sentimenti in modo reale, in modo vivo. Urlarli al mondo e fregarsene del mondo. Avere il coraggio di dire: "MONDO IO SONO COSì, NON ME NE FREGA NULLA DI CIO' CHE PENSI" ... io lo dico tutti i giorni. E' per questo che mi danno dell'asociale, perchè del mondo, il loro mondo, non me ne frega nulla. Io sto bene nella mia stanza, nel mio angolo di terra. Le sfarzosità del mondo non mi colpiscono. Della compagnia di estranei non mi interessa niente!!!!! I miei sorrisi e la mia presenza, li dono solo a chi credo se lo meriti. Non sono arrogante, semplicemente delle persone che non mi danno nulla, non me ne faccio nulla. Persone oscure, che vivono la propria vita circondati da nefandezze; che vivono tanto per vivere, tanto per fare, tanto per poter dire un giorno IO VISSI.

No, non mi importa di queste persone.

Io sto bene con il mio compagno e i miei amici che si possono contare sulle dita di una mano. Ebbene si, sono un'ASSOCIALE e me ne vanto!!!!!!!!!!!!!!!!

 

trinity ha pasticciato qui alle 15:48 - Link - commenti (3)
Lunedì, 11 Settembre 2006
Già, oggi è la giornata del nuovo inizio. Nuovo inizio perchè sono stanca di me stessa e del modo pessimistico in cui sto vivendo la mia insulsa vita.

Basta, è ora di voltare pagina!!!!

A 22 anni ho mollato casa, famiglia, amici e lavoro, per andare a vivere con una persona che conoscevo da poco più di 6 mesi in una città che nn è la mia, in una casa che nn è la mia.

Sono stata male e la mia malattia si è riaffacciata, dopo un paio di anni di stabilità emotiva e psicologica, la depressione e la bulimia ricomparvero, trascinandomi giù, e ancora più giù. Ho resistito, in balia della corrente, non riuscendomi ad aggrappare da nessuna parte per mancanza di forza e di volontà, riuscivo solo a galleggiare nella mxxxa in cui mi ci ero tuffata.

Da 68kg x 183cm che ero, sono diventata una simil damigiana con i miei 85kg attuali mentre sono anche arrivata a toccare i 90kg in momenti di estremo buio.

Basta è il momento di abbandonare la via buia e ritornare alla luce, devo tornare in forma per piacere a me stessa e per non dover avere mal di schiena tutte le sere.......

Quando mi rimisi in piedi qualche anno fa, mi feci tatuare un Dragone sulla gamba, perchè rappresentava la mia forza di volontà nel voler uscire dalla malattia e dal buio... ora sento che lo sto tradendo, sto tradendo me stessa e non posso andare avanti così, è dura e non ce la faccio. Questa mattina mi sono svegliata e mi sono detta: "Al diavolo, meglio la luce no?!" ... e così sarà, voglio ritornare ad essere come la 22enne prima che se ne andò di casa, felice e bella ai propri occhi...
trinity ha pasticciato qui alle 15:38 - Link - commenti (2)
Mercoledì, 17 Mag 2006



trinity ha pasticciato qui alle 21:07 - Link - commenti
Venerdì, 05 Mag 2006

Più l'ascolto, e più la reputo la mia canzone del momento.. molto molto bella e significativa....

 anche io ho meno paura di saltare che di rimanere...................

 

Come sempre Madonna ne sa una più del Diavolo!!!


Jump

There's only so much you can learn in one place
The more that I wait, the more time that I waste

I haven't got much time to waste, it's time to make my way
I'm not afraid of what I'll face, but I'm afraid to stay
I'm going down my own road and I can make it alone
I'll work and I'll fight till I find a place of my own

Are you ready to jump?
Get ready to jump
Don't ever look back, oh baby
Yes, I'm ready to jump
Just take my hands
Get ready to jump

We learned our lesson from the start, my sisters and me
The only thing you can depend on is your family
And life's gonna drop you down like the limbs of a tree
It sways and it swings and it bends until it makes you see

Are you ready to jump?
Get ready to jump
Don't ever look back, oh baby
Yes, I'm ready to jump
Just take my hands
Get ready to, are you ready?

There's only so much you can learn in one place
The more that you wait, the more time that you waste
I'll work and I'll fight till I find a place of my own
It sways and it swings and it bends until you make it your own

I can make it alone
I can make it alone
I can make it alone (My sister and me)
I can make it alone (My sister and me)
I can make it alone
I can make it alone
I can make it alone (My sister and me)
I can make it alone (My sister and me)

Are you ready to jump?
Get ready to jump
Don't ever look back, oh baby
Yes, I'm ready to jump
Just take my hands
Get ready to jump

Are you ready to jump?
Get ready to jump
Don't ever look back, oh baby
Yes, I'm ready to jump
Just take my hands
Get ready to, are you ready?

trinity ha pasticciato qui alle 15:27 - Link - commenti
Mercoledì, 22 Marzo 2006

Questa mattina, ore 7:30, suonano alla porta di casa... ovviamente io a quell'ora ancora sono nella fase rem... apro un occhio e penso: "ma chi cazzo fa vendita porta a porta a quest'ora?!" e mi giro dall'altra parte; dopo qualche secondo la seconda suonata, più lunga della prima!! Allora mi alzo, frastornata dalla sveglia poco "cattolica", metto le ciabatte e urlo... "ARRIVOOOOOO"... passando davanti alla cucina... TATAAAAAANNNNNN Finestra Aperta!!!!!!!!

Giungo claudicante verso la porta di casa, apro e chi mi trovo davanti?! La mia vicina con Morgana in braccio!!!!!!!!!!!!!!!!!Me la riprendo, mi scuso, saluto e chiudo la porta. Dopo un momento penso: ma non tornano i conti!! ne ho 2 di miciotti!!!!! "Cainoooooooo dove seiiiiiiii?!".. Trucco di Veronica (e di tutti gli altri gattari..), entro in cucina e prendo i croccantini, li sbatto un paio di volte chiamandolo e zaaaaac! Caino appare miagolando!!!! (disgraziato ciccione!!).

Less ovviamente dormiva come un angioletto, incapace di svegliarsi nemmeno quando viene smosso!

Vabbè, tutto per dire che .. ma che ne so!!!!!!!!!! che ho i gatti con i pollici opponibili che aprono le finestre di casa?!

Oscar direbbe: "ma frullali fuori dalla finestra!!", e invece noooo sono i miei patatini! Yota ricorderà senz'altro quando ha visto per la prima volta la gatta volante di fuoco..vero?! Mah ragazzi, c'è puzza di pelo bruciato, voi nn lo sentite?! noooo, lo senti solo tu! sono i peli del cervello che ti vanno a fuoco..... e dopo un attimo.... zzzzzaaaaaaaaaaaaaaaammmmmmmmmmp la gatta che aveva appoggiato la coda sulla lampada scappava in fiamme per la casa!!! beh, in fiamme vere e proprie no, ma la coda bruciata si!!!

trinity ha pasticciato qui alle 11:57 - Link - commenti
Giovedì, 16 Marzo 2006

Porca puzzola, mi rodeeeeeeeeeeeeeeeee ... Ho visto finalmente un paio di scarpe che mi piaciono, e guarda un po' non c'è il mio numero .... ufffffffff!!!!

mi raccomando, non fare mai figlie alte altrimenti vi smaronano col fatto che manca il numero di scarpe!!!!

 

trinity ha pasticciato qui alle 17:14 - Link - commenti

L'altro ieri mi ha chiamata mia mamma dicendo che finalmente Agostino (mio cugino) si sposerà il 14 Aprile del 2007 ....vabbè, insomma era ora, mio cugino ha 37 anni, direi proprio che era giunto il momento di prendere questa decisione!!! Ieri allora ho provato a chiamarlo a casa durante l'ora di pausa pranzo ma non l'ho trovato e ho chiaccherato un pochino con mia zia. Quando sono rientrata in ufficio, ho mandato ad Agostino un sms per congratularmi della lieta novella ma nn mi ha risposto perchè il cellulare, ovviamente, l'aveva lasciato a casa!!!!!!!!!

Fin qui tutto ok. Ieri sera mi arriva un sms che ovviamente non ho letto fino ad andare a dormire e il mittente era proprio Agostino; penso tra me e me, risponderà in modo sarcastico al mio del pomeriggio tipo: "seeee vabbè ma fino a che non pago il catering posso pure scappare.." o qualcosa del genere, invece sull'sms c'era scritto: X VERONICA: MI VUOI FARE DA TESTIMONE???? Ago.

 

Devo ammettere che non me lo aspettavo, io mi reputo la persona più irresponsabile sulla terra e reputo anche lui irresponsabile per avermi investito di co' tanta responsabilità!!!!!!!! Cavolo sono felicissima e ovviamente gli ho detto di SIIIIIIIIIIIII (manco fossi io la sposa eheheheheh). Che bello che bello che bello!!!!!!!

 

Ma io nn so nemmeno che deve fare una testimone, beh, cercherò di studiare un po'!!!!!!!!

...................a presto!!

trinity ha pasticciato qui alle 10:47 - Link - commenti
Mercoledì, 15 Marzo 2006
Inizio oggi il mio blog perchè oggi è un giorno speciale e il titolo non è scelto a caso :)

Oggi è il secondo anniversario del mio trasferimento a Roma.

Mi sembra impossibile che siano già passati due anni da quando ho lasciato la mia Città, la mia famiglia, i miei amici e il mio lavoro; è stata molto dura da decidere, ma alla fine l'ho fatto, e l'ho fatto per la persona che amo perchè ho deciso di creare una mia famiglia con lui. Fin'ora siamo noi due e i nostri due bambini: Morgana e Caino. Sono due gatti ma sono speciali!! Lo so che lo dicono tutti i padroni dei propri animali di casa, ma non può essere che così perchè quando non stai bene o sei triste e magari Dario non è a casa, loro ti stanno vicini e ti dimostrano che ti amano incondizionalmente. Forse è anche per questo che quasi quasi preferisco gli animali alle persone, ti amano incondizionatamente.
Dario si offende quando dico che lui, morgana e caino sono tutti sullo stesso piano per me perchè loro 3 sono la mia famiglia.... forse ancora non l'ha capito, ma io amo loro incondizionatamente.

Sono venuta a vivere qui a Roma, che è tra l'altro una città che non mi piace nemmeno, solo per lui. Sarò sfigata, ma che vi devo dire, sono fatta così, ho messo alla sua mercè tutta me stessa e ho aperto il mio cuore che è una cosa che non ho mai fatto se non con quel fetentone di un mio ex che mi ha trattata come una pezza da piedi. Mi ero ripromessa che non mi sarei mai più innamorata, che gli uomini erano tutti delle bestie e che stanno insieme alle donne solo per convenienza perchè non hanno le palle per mettersi in gioco in società dicendo: io sono single, vivo da solo e sono contento. Pensavo che gli uomini non sapessero state senza una donna perchè nelle decisioni importanti da prendere non hanno mai il coraggio di fare la cosa definitivamente. Non è che il mio pensiero sia cambiato così radicalmente, è solo che oltre a queste piccolezze ho aggiunto anche il fatto che forse, anche un uomo è capace di amare.

Ora è tornato Dario, magari domani scriverò ancora, ma con estrema tristezza vi dirò anche che è arrivato a casa e non mi ha nemmeno portato una margherita raccolta dal prato qui vicino.... :( Vabbè, anche stasera mi tocca cucinare. Che palle!
trinity ha pasticciato qui alle 19:55 - Link - commenti
005603 amichetti mi hanno visitato